Stagione Napoli: sbagliato porsi limiti

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

Dove può arrivare in questa stagione il Napoli? Questa è la domanda che i tifosi partenopei e gli amanti del calcio si pongono. Dalla serie C alla Champions League in dieci anni, 3 coppe Italia nell’era De Laurentiis, una Supercoppa vinta contro i rivali di sempre a Doha, qualificazione europea annuale e un bilancio sempre  in attivo.

Quali sono le certezze di questa stagione

stagione napoliLe certezze di questa stagione per il Napoli sono rappresentate dal gruppo, ampiamente rodato e pronto a divertire i tifosi azzurri, una società sana che tiene stabile il bilancio e un allenatore come Carlo Ancelotti, uomo d’esperienza e duttilità, colui che fa dell’impossibile possibile.

Allora dove può arrivare questo Napoli? Difficile dirlo ora ma se ricordiamo la famosa impresa, quasi riuscita, dell’anno scorso, vediamo un gruppo che difficilmente si pone limiti arrivando a stabilire il record di punti in Serie A. Risultato che ha fatto acquisire maggiore fiducia nei propri mezzi e consapevolezza di poter competere su tutti i fronti. Le aspettative sono quindi inevitabilmente aumentate e se da una parte abbiamo un allenatore esperto, dall’altra abbiamo una compagine che ha in Koulibaly, Allan e Insigne le proprie punte di diamante.

Dopo quest’analisi sorge spontaneo chiedersi, perchè non credere di poter raggiungere una finale di Champions League o vincere uno scudetto? Ricordiamo i casi come quello del Borussia Dortmund di Klopp e l’Atletico Madrid di Simeone. Squadre che hanno fatto della loro forza il gruppo, tanto da raggiungere entrambe una finale di Champions League. Questo Napoli ricorda molto quelle due compagini, però per arrivare a risultati del genere bisogna ancora limare qualche dettaglio.

In questa stagione il Napoli ha sofferto di notevoli cali di concentrazione in alcune uscite. I due esempi più evidenti li abbiamo nei due pareggi per 0-0 contro Stella Rossa e Chievo, che rischiano di compromettere la corsa allo scudetto e il passaggio del girone di Champions. Una rosa che affida le proprie speranze al gruppo che ha già dimostrato di poter fermare giocatori del calibro di Mbappè e Neymar e vincere al San Paolo contro il Liverpool, vice-campione d’Europa.

Ancelotti il leader calmo: sicurezza e esperienza

stagione napoliAltra certezza assoluta di questa stagione per il Napoli è rappresentata da Carlo Ancelotti, il leader calmo. Vincitore della Champions due volte da calciatore e tre da allenatore. Il mister di Reggiolo, dopo molteplici avventure all’estero su panchine prestigiose come quelle del Real Madrid e del Bayern Monaco, ha scelto Napoli. A sua volta, il Napoli ha scelto Ancelotti con l’intenzione di affidare una squadra giovane, ad un allenatore esperto e competente. Un vero e proprio maestro di calcio, abituato a grandi palcoscenici, capace di apportare alla squadra le sue idee e filosofie di gioco.

Un cambiamento, finalizzato a non sfigurare nelle competizioni europee e ad un consolidamento e rafforzamento delle prestazioni e dei risultati in ambito nazionale. Insomma, almeno per la panchina, il presidente Aurelio De Laurentiis non ha badato spese: Ancelotti è legato ai partenopei da un contratto triennale da 6 milioni a stagione più bonus. Quindi tenendo in considerazione della rosa, delle prestazioni di squadra e l’allenatore è sbagliato porre limiti alla stagione del Napoli.


Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *