L’esultanza di Marianella ai gol di Drogba

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

L’esultanza di Marianella ai gol di Drogba rappresenta uno dei momenti più belli da ricordare, che hanno fatto emozionare migliaia di tifosi in tutto il mondo. Purtroppoperò, non potremmo più assistere a tutto ciò, dato che l’ex attaccante della Nazionale ivoriana e del Chelsea, quest’oggi, ha appeso le scarpe al chiodo. Una carriera costellata da più di 370 reti realizzate e oltre 11 maglie indossate.

Sempre lui… meravigliosamente lui…

 sempre lui meravigliosamente luiSempre lui… meravigliosamente lui… era questa l’esultanza di Marianella ai gol di Drogba. Una frase che racchiude la leggendaria carriera di “the King”, un calciatore capace di far appassionare un telecronista esperto, che, ad ogni suo gol, rimarcava la sua importanza. Come pochi, fu capace di segnare e rimettere in gioco il suo Chelsea nella finale di Champions League del 2012. 

Una partita che vide una netta supremazia del Bayern Monaco che dalla sua aveva il fattore campo.

Proprio nel momento in cui la partita sembrava finita, sul risultato di 1-0 per i bavaresi, e il Chelsea temeva la sua prima sconfitta in una finale di Champions League, Didier Drogba riuscì a pareggiare con un impetuoso stacco di testa al minuto 88′ portando così la partita ai tempi supplementari.

Nei supplementari la partita rimane combattuta e il Bayern Monaco prova a ritornare in vantaggio complice un rigore regalato dallo stesso Drogba che però verrà fallito da Arjen Robben. Quella sera del 19 maggio 2012 la partita si concluse dagli 11 metri e, dopo tre rigori sbagliati dalla squadra di casa, toccò proprio a lui, Didier Drogba, il rigore decisivo. Sempre lui, meravigliosamente lui non fallì, scatenando l’esultanza di Marianella e regalando al Chelsea la 57° esima edizione della Champions League

Drogba appende gli scarpini al chiodo:

E’ proprio così, Drogba appende gli scarpini al chiodo. L’ex Masriglia, Chelsea e Glatasaray, ha deciso di abbandonare il calcio giocato all’età di 40 anni e lo ha fatto sul suo account Instagram, ripercorrendo la sua carriera iniziata all’età di 11 anni. The King ha poi salutato i tifosi e ringraziato le squadre in cui ha giocato:

drogba appende gli scarpini al chiodo

“1989 or where it all started!! When I think of the last 20 years of my professional career, looking at this picture can’t make me more proud of what I’ve achieved as a player but most importantly how this journey as shaped me as a man.
If anyone tells you your dreams are too big, just say thank you and work harder and smarter to turn them into reality. #alwaysbelieve
I wanna thank all the players, managers, teams and fans that I have met and made this journey one of a kind!!!
Also a huuuuge thank you and love to my family ♥️,
my Personal Team for supporting me all my career during all the ups and downs no matter what.
Looking forward to the next Chapter and hoping God will Bless me as much as he did for my football career 🙏🏾🙏🏾🙏🏾 DD11″.

Questa è la fine di un capitolo, un capitolo di un ragazzino di 11 anni che dalla Costad’Avorio ha conquistato l’Europa a suon di goal. La fine delle straordinarie esultanze di Marianella ai gol di Drogba che ci hanno fatto apprezzare le innate qualità di un attaccante meraviglioso.

 

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

Rispondi