il derby della lanterna

Il Derby della Lanterna: tradizione e passione al Ferraris

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

Torna, finalmente, il Derby della Lanterna, uno dei più antichi e avvincenti d’Italia. Infatti, questa sera allo stadio Luigi Ferraris Genoa e Sampdoria si affronteranno per la 117esima volta, dopo la prima sfida del 3 novembre 1946. A Genova l’attesa sale di minuto in minuto e l’adrenalina è ormai alle stelle. Per entrambe le squadre si tratta di un crocevia fondamentale, di un’occasione di riscatto dopo i risultati non esaltanti di questa prima parte di campionato. Insomma, i presupposti per un grande spettacolo ci sono tutti. D’altronde la data del derby era già stata cerchiata in rosso da tempo e vincerlo è l’obiettivo e il sogno di entrambe le tifoserie.

DERBY DI GENOVA: UNA STORIA INFINITA

derby-di-genovaDerby della Lanterna o Derby di Genova, poco importa: la città è pronta al giorno più importante ed entusiasmante dell’anno. Ci si prepara al grande evento del derby anche settimane prima e il risultato del match segna, inevitabilmente, quelle che saranno le settimane successive e l’umore dei genovesi.

Si tratta di una sfida attesa e vissuta con straordinaria passione e trasporto dai tifosi di Genoa e Sampdoria, una partita che regala sempre un’atmosfera unica ed inimitabile. La Gradinata sud, di stampo genoano, e la Gradinata Nord, occupata dai blucerchiati, dello stadio Luigi Ferraris sono pronte ad accendersi e dare spettacolo. «Il calcio è l’ultima rappresentazione sacra del nostro tempo», diceva Pier Paolo Pasolini, e il derby di Genova, per tifosi accaniti o semplici appassionati, è una di quelle sfide che inevitabilmente si intreccia con la storia e con la leggenda.

Derby di Genova che ha sempre visto come protagonisti campioni di grande spessore: da leggende del passato come Mancini e Vialli, passando per bomber recenti come Diego Milito, l’unico ad aver siglato una tripletta nella storia della stracittadina, fino ad arrivare a campioni contemporanei come Mauro Icardi, che proprio in occasione del Derby della Lanterna del 18 novembre 2012 ha trovato il suo primo gol in Serie A. Derby di Genova che ha sempre regalato, inoltre, emozioni e momenti particolari. E allora ecco che cresce l’attesa per un’altra nuova pagina tutta da scrivere e raccontare.

 

 

IL PRIMO DERBY SENZA PONTE

il primo derby senza ponteIl Derby della Lanterna numero 117 sarà tristemente ricordato anche come il primo derby senza Ponte. Sono passati oltre tre mesi da quel maledetto 14 agosto, ma la ferita non si è di certo rimarginata. Genova sanguina e lacrima ancora. Vite spezzate, ben 43, e vite sospese: un dolore atroce che ha colpito Genova e l’Italia intera. Inevitabilmente, dunque, sarà anche un derby diverso. Nel segno del ricordo e della speranza, dell’unione e della forza per rialzarsi tutti insieme.

Il derby accenderà le luci su Marassi, punterà i riflettori sulla Lanterna scalfita, difficilmente riuscirà ad infiammare fino in fondo il cuore dei genovesi. Questa sera allo stadio Luigi Ferraris innegabilmente la testa sarà un po’ più in là, a quel che resta del Morandi. Genova, siamo sicuri, è divisa in due non dalla rivalità cittadina, ma da quel Ponte che ormai non c’è più. “Nei quartieri dove il sole del buon Dio non dà i suoi raggi”, come cantava il grande De André, oggi è un giorno dal sapore amaro, ma nell’aria si avverte la fiducia e il desiderio per un futuro migliore. Stasera il calcio è anche speranza e legame.

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

 

Rispondi