Hamsik in Cina

Hamsik in Cina: vicina la firma con il Dalian Yifang

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

Hamsik va in Cina. Il calciatore, nei prossimi giorni, lascerà Castel Volturno per accasarsi alla squadra cinese Dalian Yifang. Lo slovacco è stato l’amatissimo capitano dei partenopei e protagonista della risalita degli azzurri tra i big. Lascia Napoli da recordman assoluto di presenze (520) e di gol (121) nella storia azzurra.

Hamsik in Cina: un’altra bandiera saluta la Serie A

Hamsik in Cina: un'altra bandiera saluta la Serie AHamsik andrà in Cina. Per il Napoli pronti 20 milioni di euro più bonus, mentre per il calciatore 9 milioni di euro a stagione per tre anni. All’interno dell’accordo ci sarebbero anche due amichevoli, che si disputeranno al San Paolo quest’estate, una contro la squadra cinese e l’altra contro con un’avversaria più prestigiosa per permettere allo slovacco di salutare i tifosi. Il calciatore aspetta soltanto che venga completata la contrattualistica internazionale, così come Aurelio De Laurentiis è in attesa del bonifico da parte del Dalian. In Cina, però, si festeggia il capodanno e tutte le attività sono chiuse, quindi la trattativa si concluderà verso la fine di questa settimana.

Un’altra bandiera saluta la Serie A. L’addio di Marek Hamsik, contro la Sampdoria, si è consumato all’insaputa di tutti. Solo le parole di Carlo Ancelotti, nel post partita, hanno concretizzato la paura di tutti i tifosi di perdere il loro amato capitano. Una trattativa lampo, tra Napoli e Dalian Yifang, porterà via “Marekiaro” dall’ombra del Vesuvio. Qui è diventato uno dei centrocampisti più forti, più prolifici e più ambiti d’Europa. Con gli azzurri ha vinto due Coppe Italia e una Supercoppa ed è entrato nella storia del club, il 23 dicembre 2017, superando Maradona nella classifica marcatori del Napoli. Un peccato che questa storia d’amore, fatta di record e gol, non sia culminata in uno scudetto. Nonostante questo però, lo slovacco lascerà un ricordo indelebile nel cuore dei tifosi partenopei.

Giusto rinunciare alla carriera per soldi?

giusto rinunciare alla carriera per soldi?Hamsik è solo l’ultimo di una lista di giocatori sempre più lunga. Il primo italiano di una certa fama ad approdare nel campionato cinese fu Damiano Tommasi, nel 2009 al Tianjin Teda: ma erano altri tempi, la Cina non riempiva d’oro i calciatori stranieri. Quella può davvero essere considerata un’esperienza di vita fatta dal centrocampista ex Roma. Tanti invece, ad oggi, decidono di abbandonare la competitività del calcio europeo per recarsi in campionati di fascia ben inferiore che però assicurano loro stipendi faraonici. Hamsik in Cina, ad esempio, guadagnerà 25 mila euro al giorno per tre anni. La vera domanda è: rinunciare a queste offerte è davvero così impossibile?

La risposta più giusta sembra essere: dipende dai casi. Comprensibile è la voglia di calciatori a fine carriera di strappare un ultimo contratto sostanzioso in queste nuove mete. Una scelta un pò più deprecabile invece è il preferire i soldi quando si è nel bel mezzo della propria carriera. Questo è il caso di calciatori come Carrasco, Bakambu, Paulinho, Oscar, Lavezzi e dello stesso Hamsik. Chiamarli mercenari sarebbe altrettanto sbagliato; loro sono dei professionisti e sono liberi di accasarsi alle condizioni che reputano migliori. Tuttavia è grande il rammarico degli appassionati di calcio che si privano delle prestazioni dei loro campioni preferiti. La dura verità è che a fronte di queste cifre la visibilità internazionale, la competitività e il blasone diventano solo dettagli.

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *