finale copa libertadores 2018

Finale Copa Libertadores 2018: la partita del secolo

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

Finalmente si gioca, il grande giorno è arrivato. Questa sera, al Santiago Bernabeu, lo storico stadio del Real Madrid, andrà di scena la finale di Copa Libertadores 2018. River Plate e Boca Juniors si giocano molto più di un trofeo, la vittoria vale, infatti, un posto nella storia e nella leggenda del calcio Sudamericano. Si tratta di una finale tormentata e sicuramente segnata dai terribili fatti del Monumental; un crescendo di violenza impetuosa e incontrollata, immagini brutali che hanno fatto il giro del mondo e gettato nello sconforto un paese intero. Tuttavia, è il momento di voltare pagina: il Superclasico di questa sera si preannuncia come una delle partite più importanti della storia del calcio. La partita del secolo. Novanta minuti, insomma, da vivere tutti d’un fiato. La sottile linea che divide il mito dalla realtà non è mai stata così impercettibile.

SUPERCLASICO: IL DERBY DI BUENOS AIRES

finale copa libertadores 2018Superclasico tra River Plate e Boca Juniors che è, tra l’altro, anche il derby di Buenos Aires. Una sfida infinita tra le due squadre più titolate della Primera Division argentina, con la particolarità che i due club sono accomunati dal quartiere di origine, La Boca. Si tratta, insomma, di compagini che hanno segnato e scritto la storia del calcio Sudamericano, e non soloIl River Plate è stata la prima squadra argentina a realizzare la Triple Corona, vincendo nello stesso anno (1986) il campionato nazionale, la Coppa Libertadores e la Coppa Intercontinentale. Il Boca Juniors, dal canto suo, è tra le nove squadre al mondo che sono riuscite a centrare, in ben due occasioni (nel 2000 e nel 2003), il triplete

L’Italia, inoltre, è nella sorte e nel destino dei due club argentini. Il Boca Juniors, infatti, conta tantissimi simpatizzanti soprattutto nelle città di Genova e Napoli; in considerazione, in particolare, dell’antico soprannome “xeneizes“, ossia “genovesi”, in relazione alle origini dei propri fondatori, e della militanza nella squadra di Buenos Aires di Diego Armando Maradona. Anche il River Plate deve le proprie origini proprio ad emigranti italiani provenienti da Genova: ci riferiamo al primo presidente del club Salvarezza e al tesoriere Ratto; inoltre, la prima sede del River era ubicata nel barrio Palermo, importante zona di immigrati italiani, prima del trasferimento, nel 1923, nel ricco quartiere di Núñez, dove ha sede tuttora.

River Plate e Boca Juniors a confronto, ancora una volta, dopo il primo incontro del 1913 e dopo 247 partite ufficiali disputate. Il Superclasico, il derby più bello e sentito del mondo, è la finale di Copa Libertadores 2018: lo spettacolo, insomma, è assicurato.

COME FINIRA’ RIVER PLATE-BOCA JUNIORS?

finale-copa-libertadores-2018Una domanda sicuramente tormenta la mente dei tifosi argentini e di tutti gli appassionati di calcio, come finirà River Plate-Boca Juniors? Difficile, ovviamente, fare previsioni circa il risultato finale del Superclasico, ma sicuramente sarà un match unico, combattuto e avvincente fino alla fine. Come dimostra, d’altronte, anche il risultato di 2-2 della partita d’andata. Tanti i campioni in campo da Tevez a Benedetto passando per Pratto e Enzo Perez: non una semplice partita di calcio, ma molto di più.

Los Millonarios contro los Bosteros: una sfida che affonda le sue radici nella cultura e nella tradizione di un intero paese. Questa sera al Santiago Bernabeu si scriverà la storia. I vincitori entreranno di diritto nella leggenda del calcio. Per la partita del secolo, per la finale di Copa Libertadores 2018, insomma, è tutto pronto. Una partita che vale una vita.

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *