Fabio Caserta

Fabio Caserta: da giocatore ad allenatore della “sua” Juve Stabia

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

Fabio Caserta è sicuramente una delle sorprese di questa stagione per il suo grande lavoro con la Juve Stabia. Le vespe sono prime in classifica e l’unica squadra in Italia ad essere imbattuta in stagione, insieme alla Juventus. Ripercorriamo in questo articolo la nascita dell’amore del tecnico calabrese per Castellammare e la sua gente.

Dal 2012 vicino ai colori gialloblù

dal campo alla panchina della sua Juve StabiaIl suo primo avvicendamento con Castellammare lo abbiamo nel gennaio 2012. Nell’ultimo giorno di mercato passa dall’Atalanta ai gialloblù tramite l’affare che ha portato Cazzola ai bergamaschi. Fabio Caserta ha chiuso la prima stagione con le vespe con 15 presenze e 2 gol, il primo dei quali al debutto contro il Livorno. Confermato per la stagione successiva, vive un campionato controverso: si trova prima fuori rosa, per poi rientrare nella formazione titolare e indossare anche la fascia di capitano. Le 33 presenze e 7 reti di questo anno lo convincono a prolungare il contratto con la Juve Stabia per altri due anni. Resta a Castellammare anche quando la squadra retrocede in Lega Pro dimostrando un grande attaccamento alla città e ai tifosi.

Dopo aver dato l’addio al calcio giocato nella stagione 2016-2017, Fabio Caserta entra a far parte dello staff delle vespe come allenatore in seconda di Gaetano Fontana. La Juve Stabia conduce un buon campionato chiudendo quarta e assicurandosi un posto per i Play-Off. Questi però si chiudono con un’uscita prematura delle vespe agli ottavi contro la Reggiana. Successivamente, a partire dal 15 luglio 2017, viene ufficializzato come nuovo allenatore della Juve Stabia insieme a Ciro Ferrara. Riesce a portare anche in quest’annata la squadra ai Play Off validi per la promozione ma, anche in questo caso, il sogno Serie B è interrotto dalla Reggiana che prevale nel doppio confronto.

L’invincibile Juve Stabia e un obiettivo chiamato Serie B

l'invincibile Juve Stabia e il sogno chiamato Serie bQuesta estate, in seguito alle vicissitudini societari che avevano messo in dubbio l’iscrizione delle vespe al campionato, c’è stato un cambio in dirigenza. Fabio Caserta e il suo staff tecnico sono stati riconfermati; così facendo la dirigenza ha dato un segnale di continuità al progetto. L’allenatore calabrese non ha mai nascosto l’attaccamento che prova per la piazza di Castellammare di Stabia altro motivo che lo ha spinto, anche dopo la scadenza del suo contratto, ad aspettare la nuova chiamata dei gialloblù.

Strepitoso è il lavoro che Fabio Caserta sta facendo con le vespe. I gialloblù sono primi a +9 sulle dirette inseguitrici (Catania e Trapani) e autori di percorso netto in campionato: 19 partite giocate, 14 vittorie, 5 pareggi e zero sconfitte. Cammino che li accomuna alla Juventus di Massimiliano Allegri; infatti le due squadre sono le uniche ancora imbattute in Italia. Tutto questo è reso possibile dall’incredibile lavoro che il tecnico calabrese sta facendo con i suoi ragazzi. Fabio Caserta ha per le mani un grande gruppo unito e ben amalgamato; un giusto mix di giovani di belle speranze, come Calò, Elia e Mastalli per fare alcuni esempi, e calciatori di grande esperienza come Troest, Mezavilla e Vitiello. La speranza di tutti i tifosi è che, dopo la pausa natalizia, la squadra ricominci da dove aveva finito, ossia vincere. Perché, mai come quest’anno, sta nascendo la consapevolezza che il sogno è a portata di mano. Fabio Caserta può davvero riconquistare da allenatore quello che aveva perso sul campo da giocatore: la tanto desiderata Serie B.

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *