Caduta Juve “al quadrato”: le invincibili perdono nel weekend

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

Caduta Juve (al quadrato): la Juventus e la Juve Stabia, uniche due squadre imbattute in Italia, perdono nello stesso weekend. Sconfitta indolore, dal punto di vista della classifica, per i bianconeri ma potrebbe preoccupare l’aspetto psicologico e la concentrazione. Discorso diverso per le vespe che, con il primato ancor in discussione, devono riprendersi presto per continuare a sognare la cadetteria.

Sorprese, primati e imbattibilità

Le stagioni di Juventus e Juve Stabia restano comunque qualcosa di sensazionale.

caduta juveNonostante la caduta della Juve contro il Genoa resta prima in campionato a +15 sul Napoli e ai quarti di finale di Champions League, dove affronteranno non il temibilissimo Ajax. Unico neo di questa cavalcata l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano dell’Atalanta, che non permette alla Juventus di gareggiare per il famoso “triplete”. La squadra di Allegri ha ipotecato il campionato abbastanza agevolmente, ed è forse questo che può essere considerato una sorpresa. Le inseguitrici, anche in questo campionato, non si sono dimostrate all’altezza; i bianconeri già dal mese di marzo si possono permettere il lusso di concentrarsi (quasi esclusivamente) sull’obiettivo Champions.

Altra stagione incredibile è sicuramente quella delle vespe di Castellammare. Hanno sorpreso tutti si dall’inizio con una squadra che non sembrava strutturata per risultati del genere. Altre squadre come Catania, Trapani, Catanzaro, Casertana, autrici tutte di “fantamercato” in estate, partivano nettamente con i favori del pronostico. Mister Caserta però è riuscito a creare un gruppo solido, formato da un mix di esperienza e di giovani terribili. Prima della caduta della Juve Stabia di domenica: 28 partite, 18 vittorie e 10 pareggi. La squadra di mister Caserta continua però a mantenere il primato nel girone C di Lega Pro, davanti alle inseguitrici Trapani e Catania.

Mantenere la concentrazione per lo sprint finale

La sconfitta contro il Genoa può far suonare qualche campanello d’allarme per quanto riguardo l’aspetto psicologico. A Marassi la squadra, eccezion fatta per l’esclusione di Cristiano Ronaldo, ha giocato con gran parte dei titolari. I bianconeri hanno sbagliato completamente l’approccio alla partita; sono sembrati distratti e anche abbastanza stanchi. La squadra sicuramente ha pagato lo scotto dell’impresa Champions. Il ritorno contro l’Atletico è costato molte energie fisiche e psichiche, risulta quindi fisiologico un calo di tensione nell’immediato. Un calo che però deve essere recuperato al più presto per arrivare agli obiettivi della società. In campionato, questa situazione, porta a una sconfitta indolore; tutt’altro discorso verrebbe fatto in Champions. Qui ogni disattenzione viene punita e una sconfitta, spesso, può segnare definitivamente il percorso.

caduta juveAnche la Juve Stabia ha un grande bisogno di mantenere alta la concentrazione dopo la sconfitta. Uno sprint iniziale, costante e incessante interrotto solo dalle ultime 6 partite condite da una sconfitta, quattro pareggi e una vola vittoria contro la Reggina. Questo ruolino di marcia ha ridotto il gap di punti che c’era con le inseguitrici fino a soli due punti. Questo è senz’altro dovuto a un calo fisico che la squadra ha subito, dato il grande ritmo mantenuto fino a poco tempo fa. Ciò si nota anche dal distacco delle vittorie della Juve Stabia che, nella prima parte di stagione, erano segnate dal segno “over”. Una squadra non abituata a perdere può reagire, spesso, in modo negativo soprattutto dal punto di vista psicologico. Mister Caserta deve essere bravo a riprendere i ragazzi mentalmente e fisicamente. La stagione entrerà a breve nel rush finale e le vespe hanno un primato e un sogno da mantenere vivo, chiamato Serie B.

Facebook
Facebook
Twitter
Follow by Email
INSTAGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *